Precedenza a sinistra!

Non è una incitazione politica.

Si tratta solamente di una constatazione, maturata in tanti anni di guida sulle strade.

La precedenza a destra, così come viene regolamentata nell’art. 145 del Codice Stradale, non solo non ha senso, ma è controproducente, pericolosa e costosa.

Non ci credete? Bene, vediamo se riesco a convincervi.

Innanzitutto pensiamo alle rotonde. Nelle rotonde, bisogna dare la precedenza a destra, ovvero a chi entra nella rotonda, salvo diversa segnalazione. Una volta era veramente così, ora provate a trovare una rotonda che non sia alla francese, ovvero con la precedenza a chi sta nella rotonda, e quindi a sinistra. Tutte le rotonde di nuova costruzione sono gestite con la precedenza a sinistra, e pian piano anche le altre stanno fiorendo di cartelli triangolari a testa in giù.
Direte: ok, ma è solo un caso, in tutti gli altri è giusto che la precedenza sia a destra.

Benissimo. Pensate adesso alle autostrade. Nelle corsie di immissione dell’autostrada chi ha la precedenza? Quelli che entrano?, ovviamente no, la precedenza ce l’ha chi in autostrada c’è già… ovvero quelli che vengono da sinistra!
Non siete ancora convinti? Benissimo. Pensiamo alle città. Il Codice dice che quelli che si immettono in una strada, e che vengono da destra, hanno la precedenza su quelli che in quella strada stanno circolando. Questo comporta che il traffico rallenta in corrispondenza di ogni intersezione, e per questo in molte città la stragrande maggioranza delle città la maggioranza delle stradine laterali sfoggiano ora un bel cartello di dare la precedenza. Precedenza a sinistra, ovvio!

A genova, nella mia città, fino ad un paio di anni fa conoscevo solo due incroci in cui era obbligatorio dare la precedenza a destra. Ora anche quelli sono scomparsi, e ora a Genova non esiste nessun incrocio privo di semaforo che non abbia l’obbligo di precedenza a sinistra.

Ma se questa è la tendenza, perchè continuare a imporre la precedenza a destra? In questo modo si confondono sempre più le idee degli automobilisti, che ad ogni incrocio devono valutare da che parte dare la precedenza. Basta il cambio di una sola parola, e tutte le ambiguità vengono risolte! Il che si traduce in maggior sicurezza sulle strade, e minor distrazione per chi guida.
Senza contare l’enorme risparmio per la pubblica amministrazione. Tutte quelle migliaia di cartelli non spuntano spontanei, e costano un sacco di soldi sia per metterli che per mantenerli. E meno cartelli, diventati inutili, significa anche città meno deturpate a selve di pali colorati…

Se arrivati a questo punto ancora non vi ho convinti, provate a farci caso quando prenderete l’automobile o la moto la prossima volta. Provate a tenere un conto approssimativo di quante volte vi capita di dare la precedenza a destra, e a quante volte invece dovete darla a sinistra.

Viva la precedenza a sinistra! Voglio la modifica del codice della strada!

Luke

This entry was posted in Generica. Bookmark the permalink.

2 Responses to Precedenza a sinistra!

  1. Sailing says:

    Beh, io in realtà la regola della precedenza a destra l’ho sempre letta per intero: precedenza a destra, se non altrimenti specificato. Insomma è solo una regola che vale in quei (hai ragione, sono sempre meno) punti in cui manca la segnaletica; si tratta di una regola che possa essere applicata quando c’è da dirimere una controversia sulle precedenze e non ci sono chiari cartelli che diano ragione a uno o all’altro dei vettori.
    ciao
    gianni

  2. redcloud says:

    Mi piace l’idea di dare la precedenza a sinistra (tranne dove altrimenti indicato). Si risparmeriebbero un mucchio di cartelli… e forse si metterebbe in crisi l’industria preposta?

    Mi hanno detto che le autostrade Australiane, pur mantenendo il normale senso di marcia (che per loro è a sinistra), hanno le corsie più lente vicine al centro dell’autostrada, e il contrario per quelle più veloci (se fossimo in italia dovremmo guardare verso destra per vedere le corsie di senso contrario al nostro). In questo modo i salti di carreggiata con frontale sono praticamente stati eliminati. Inoltre hanno gli autogrill e le piazzole di sosta al centro, così servono entrambi i sensi di marcia senza bisogno di ponti.
    Certo loro hanno degli spazi che noi nemmeno ci sognamo, però mi sembra un’idea fantastica
    Ciao
    Ruggero

Lascia un commento